martedì 27 novembre 2012

Le sonnambule

 Emily e Elizabeth

 
Emily si sveglia alla venticinquesima ora, lei lo sa:
 un movimento si compie in sei tappe, e la settima reca il ritorno.
 Il sette è il numero della luce nuova, si forma quando l’oscurità è aumentata di uno, questa è la sua vita dove ogni errore splende di felicità. Elizabeth prende in prestito i sogni altrui fino all’indomani, mette un vestito che sfiora la terra, galleggia sul torrente e vola.
Una notte Emily e Elizabeth si ritrovarono insieme chissà come,
 sedute su una giostra che le guidava lungo la coscienza del bene e del male,
incuranti di quello che le poteva succede volavano e correvano a precipizio sulla giostra sonora.
 Una lieve brezza capricciosa, che sorgeva danzante dal pelo dell’acqua, scuoteva le rose, le viole e i loro volti lievi e carezzevoli e col suo tocco di velluto venne l’istantaneo oblio.
  Emily e Elizabeth si risvegliarono in un nuovo sogno che conteneva il primo e poi l’ultimo e ancora un altro in un moto senza fine.
La giostra continuava a girare e a danzare e il mondo si colorava e ricompariva ad ogni passaggio. Fra nuvole rosa e cieli turchesi la loro anima era nei loro volti.
 La luce chiara del giorno già le chiamava e il volo si dissolse per continuare nel tempo di un altro sogno.
 
 

 Emily

 


 
 

 
 
 
"La sonnambula Emily" is an handmade doll-sculpture, 
 made with modeling paste and fabric recycling.
h.cm 45 - unique piece available
 
 
 

Elizabeth

 
 
 
 
 
 
"La sonnambula Elizabeth " is an handmade doll-sculpture,
made with modeling paste and fabric recycling.
h.cm 45 - unique piece available

Nessun commento:

Posta un commento