mercoledì 5 dicembre 2012

Virginia e la sua luna

“Verrà un giorno e qualcosa accadrà”
 Virginia ogni notte, prima di addormentarsi, rideva e piangeva:
 “troverò una strada, qualcosa nel cielo attende me”.
 Una di quelle notti capì che quel tempo era arrivato; guardò la luna e la vide come mai era successo…
Ora Virginia è felice quando vede la luna specchiarsi nelle acque quiete di quel laghetto dove di giorno si avvicendano rane e salamandre.
Quando la notte si trasforma e la luna si guarda nel profondo,
il laghetto si popola di ogni fantasia di cui l’anima di Virginia è capace.
 Basta un soffio di vento che increspa la superficie dell’acqua e il modo di Virginia prende vita,
altre storie emergono da quel laghetto senza fine.
Il tuffo di una rana trasforma la luna nel suo principe,
l’amore sommerso fra due pesciolini è un sorriso di quel bagliore inafferrabile che Virginia porta con sé come un’ ombra nella notte e che fa evaporare soli, che fa parlare le nuvole.
Nelle notti buie, senza luna,
Virginia canta e la rana e la salamandra,
 il gatto e il lupo, la civetta, il gufo, il narciso,
e il tulipano vedono un bagliore lassù nel cielo dove la notte si trasforma in fantasia.
 
 
  
   
 

"Virginia e la sua luna" is an handmade doll-sculpture,
made with modeling clay and fabric recycling.
h.cm 50 - unique piece available

Nessun commento:

Posta un commento